Mese: Febbraio 2015

La guerriglia come tecnica di conquista globale

La tecnica della guerriglia e’ nota sin dall’antichita’ quale tecnica di destabilizzazione nei confronti di un grosso esercito: in pratica, quando il nemico e’ troppo forte e ben organizzato dal punto di vista militare, si punta sul nacondimento, sull’aggressione mordi e fuggi, e si confida sul logoramento dell’avversario.
Nella sua essenza, la guerriglia e’ la lotta del debole contro il forte, o meglio del debole che attraverso azioni belliche inique, subdole, fugaci e aggressive cerca di destabilizzare, avvilire e alla fine sconfiggere il fronte piu’ militarmente organizzato.

(altro…)

Robert Kennedy e la sfida ai poteri forti

Robert Francis Kennedy nasce a Brooklyn il 20 novembre del 1925; settimo di nove figli, si laurea all’universita’ di Harvard nel ’48 e tre anni dopo sposa Ethel Shackel, dalla quale avra’ ben 11 figli.
Dopo il suo matrimonio, decide di fare il manager per la campagna elettorale di suo fratello John, in corsa per la Casa Bianca. Robert si getta a capofitto nell’impresa a tal punto da lavorare perfino 18 ore al giorno, trascurando i suoi affetti familiari. Ma gli ideali di Robert, a quel tempo, sono gia’ molto elevati, e l’idea di lavorare per la creazione di un’autentica comunita’ – il suo pallino in realta’, tanto e’ vero che lo ripetera’ in tutti i suoi discorsi pubblici – restera’ il suo obiettivo piu’ importante, dato che a suo avviso l’America sta sprofondando in un modello di cultura individualistico e fallimentare.

(altro…)

Enrico Mattei e le sette sorelle

Enrico Mattei e’ stato un imprenditore, un politico e un dirigente pubblico italiano.
Nato in una citta’ poverissima delle Marche, Acqualagna, e primo di cinque figli, fece diversi lavori durante l’adolescenza, dato che la scuola proprio non gli piaceva (a parte la matematica, come lui stesso dichiarava solitamente).

(altro…)

Le ragioni dell’infedeltà

Nel mondo animale piu’ vicino alla nostra quotidianita’, i piccioni e i gabbiani sono considerati gli uccelli monogami per antonomasia.
In molti casi, pare che la natura abbia dato una sorta di “patente di monogamia o di poligamia” a seconda della diversita’ della specie: si e’ osservato, infatti, che laddove i generi siano molto diversi tra loro (tipo leone e leonessa, per esempio) la poligamia diventa quasi la regola, mentre per le specie con poche differenze i rapporti restano prevalentemente monogamici.

(altro…)