Il saggio rappresenta un piccolo breviario che può essere davvero utile in una crisi economica infinita come quella attuale, crisi che in realtà è anche psicologica, etica, morale e, perché no, umana. Si perché la crisi che viviamo – insieme a tutte quelle che l’hanno preceduta – è frutto della gestione privata e sconsiderata del denaro, dei trucchi della finanza, insomma dell’avidità di pochi che si istituzionalizza e divora le vite di molti, troppi oggi. L’economia, dunque, non è altro che psicologia collettiva percepita. Ancora una volta, se vogliamo cambiare sul serio la realtà intorno a noi dobbiamo cambiare prima ciò che abbiamo dentro. Ecco perché all’economia deve essere applicata non solo l’etica ma finanche la spiritualità: un mondo più felice è davvero possibile, basta cambiare una volta e per tutte il nostro modo di pensare individuale e alla fine collettivo.

Pagine 100, Formato 14 cm x 20,6 cm, ISBN 9-78889736376-7, Prezzo: Euro 13,00

Indice: Introduzione, Capitolo 1 Ripensare la globalizzazione, Capitolo 2 La guerra psicologica del denaro, Capitolo 3 Il denaro non ci renderà mai felici, Capitolo 4 Verso un’economia più umana, Postfazione, Appendice, Bibliografia.


Disponibili su:
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *