Mese: Settembre 2016

Breve storia del terrorismo in Italia

Il 12 dicembre del 1969 un ordigno posizionato fuori alla Banca Nazionale dellAgricoltura a Milano, tra le bancarelle di un mercato, provoca diciassette morti e ottantotto feriti.
Quello stesso giorno, dopo la cosiddetta “Strage di Piazza Fontana”, si contano ben cinque bombe, due nel capoluogo lombardo e tre nella capitale: iniziera’, ufficialmente, una “strategia della tensione”, che si servira’ del terrorismo per determinati obiettivi di carattere politico, economico e sociale.
Cinque anni dopo, il 28 maggio 1974, a Brescia, alle dieci del mattino nella Piazza Centrale della Loggia, una bomba esplodera’ in un portarifiuti mentre e’ in corso una manifestazione contro il terrorismo neofascista, provocando otto morti e centodue feriti.

(altro…)

Come difendersi dall’usura delle banche

Mario Bortoletto e’ uno dei tanti imprenditori del Nordest la cui vita e attivita’ lavorativa e’ stata letteralmente sabotata dagli istituti finanziari, almeno fino a un certo punto della sua vita.
Dal 2008 a oggi, infatti, Bortoletto ha combattuto – e vinto – cinque grossi istituti di credito, da lui definiti “giganti d’argilla”, specie quando si capiscono determinati concetti e dinamiche.

(altro…)

Omicidi e stragi: e se fossero cavie umane?

Il 14 luglio 2016 un tir guidato da uno squilibrato uccide piu’ di 80 persone sulla promenade des Anglais di Nizza, durante la festa nazionale francese.
Il solito squilibrato verra’ ucciso dalla polizia.
Il 12 giugno 2016 uno squilibrato di nome Omar Mateen entra in locale gay della Florida – il Pulse, ad Orlando – e uccide 49 persone e ne ferisce 53.
Mateen verra’ ucciso in un blitz dalla polizia.

(altro…)

La contemporaneità di Nikola Tesla

Nikola Tesla e’ stato un fisico, un filosofo e un inventore, e senza alcun dubbio puo’ essere considerato uno dei personaggi piu’ importanti ed enigmatici della storia, la cui creativita’ va paragonata solo a personaggi del calibro di Leonardo da Vinci.
A Tesla si attribuiscono almeno 700 invenzioni, tra cui l’energia elettrica a corrente alternata – quella comune nelle nostre case – la radio, la risonanza magnetica, i fondamenti della sismologia, i motori a campo magnetico dei nostri elettrodomestici, il tubo catodico dei vecchi televisori, il tachimetro, i radar per il traffico aereo, ma anche la prima centrale idroelettrica, l’auto senza corrente e molte altre invenzioni tuttora scomode che forse lo hanno portato addirittura alla morte.

(altro…)

Un caso eclatante di contattismo alieno di massa

Quando si parla di UFO, oltre ai soliti sospetti di mitomania e ciarlataggine, si fa sempre riferimento a singoli casi, ovvero a singoli individui che hanno un contatto diretto o indiretto con un essere di un altro Pianeta.
Oltre pero’ a questi casi, ci sono dei veri e propri contattismi collettivi che non e’ piu’ possibile ignorare, dato l’elevato numero di testimonianze – univoche e concordanti – provenienti da persone assolutamente rispettabili e allo stesso tempo credibili.

(altro…)

Cosa è il Quantitative Easing e perché non serve

Il Quantitative Easing e’ l’acquisto dei titoli pubblici da parte della privatissima BCE, alias una societa’ per azioni il cui capitale e’ suddiviso tra le varie banche centrali dell’eurozona anch’esse private.
Per capire bene cosa e’ quest’ennesima cavolata – che allunga solo l’agonia economica in cui siamo caduti grazie ai banchieri – dobbiamo, ancora una volta, spiegare come nasce il denaro all’origine.
Chi ci presta il denaro sono i banchieri centrali, gli unici deputati a farlo.

(altro…)

Vivere la vita verticalmente

Molti di noi, vista la brutalita’ e tribalita’ del modello sociale imposto e considerate le proprie fragilita’, scivolano in uno stile di vita dove la sicurezza, la ripetitivita’ e la resistenza alle abitudini e ai cambiamenti la fanno da padrona.
Ci sentiamo piu’ sicuri in questa bolla routinaria, restando esclusivamente nel nostro piccolo microcosmo, anche se cio’, pian piano, ci toglie fiducia e vitalita’.
Questo modus vivendi ed operandi si basa – ovviamente – sulla paura: spesso, in un contesto simile, si arriva a mentire, sopraffare, il tutto per mantenere le condizioni di vita che ci siamo creati.

(altro…)

Gli stadi dello sviluppo umano secondo Nietzsche

Il grande filosofo tedesco Friedrich Nietzsche ha descritto nei suoi studi tre stadi dell’evoluzione della coscienza umana, i quali, se percorsi e sperimentati tutti, possono portare l’uomo verso elevati livelli di comprensione e saggezza.
Il primo di questi stadi e’ quello del cammello: qui i condizionamenti infantili, i modelli, i valori e i comportamenti dei genitori e degli antenati la fanno da padrona; in pratica si assumono valori e comportamenti di chi ci ha preceduto e influenzato, e con essi anche tutti gli errori e le inconsapevolezze tipiche di ogni essere umano, perfino di chi ci ha cresciuto.

(altro…)