Addio a due falchi dell’Unione Europea

Recentemente, due giganti dell’Unione Europea sono passati in un’altra dimensione: parliamo dell’ex Presidente della Commissione Europea (per ben tre volte) Jacques Delors e l’ex ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schauble. Se per il primo l’ideologia europea – anzi europeista – è ben chiara (basti pensare che sotto la sua guida venne siglato il famigerato Trattato di Maastricht, per non parlare del fatto che per lui la sovranità delle nazioni era un concetto del tutto superato) per il secondo le cose sono ancora peggiori. Sì perchè, sebbene Schauble non abbia mai ricoperto incarichi europei, era ancora più estremista… e a favore del potere dell’èlite sui popoli. Schauble, infatti, fu quello che inserì nella Costituzione tedesca il divieto di indebitamento (parliamo dei soldi fantasy ovvero creati dal nulla dalla BCE, ovviamente!) e l’Italia, dopo un po’, gli andò dietro con Mario Monti, introducendo proprio il pareggio di bilancio nella nostra Costituzione (che purtroppo, oggi come ieri, non prevede sovranità monetaria, dunque è tutto fuorchè perfetta!). Schauble è stato il principale artefice dell’austerità e della TROIKA in GRECIA, che hanno immiserito uomini, donne e bambini, mentre le banche francesi e tedesche si salvavano. Il PIL della Grecia, nel 2018, era intorno ai 355 miliardi di dollari, mentre nel 2021 (dopo la cura “Schauble” era di 216 miliardi, in pratica si era ridotto del 39%). Schauble, dunque, è stato artefice di politiche di austerità che in Grecia hanno tagliato gli stipendi pubblici e privati, aumentato drasticamente le tassazioni, tagliato pensioni, tolto qualsiasi servizio ai cittadini come istruzione, salute e via dicendo… con la scusa – ovviamente – degli sprechi e della riduzione della spesa pubblica. La Grecia riesce TUTTORA a pagare i suoi infiniti debiti grazie a cospicui avanzi di bilancio, e questi, si sa, si ottengono proprio tassando a più non posso e…tagliando a più non posso (stessa cosa fa anche il nostro paese per via dell’alto debito pubblico). E’ per colpa del suo estremismo che scattò l’allarme “spread” nel nostro paese, cosa che portò alla defenestrazione di un governo legittimo (quello di Berlusconi, piaccia o meno) a favore di un governo (quello Monti) che operava con il breneplacito della finanza e della famigerata èlite. Ad ogni modo poco importa, ormai: in questi giorni sono MORTI loro, presto morirà anche la loro ORRENDA CREATURA (leggasi – ovviamente – Unione Europea).