Ho visto lei che bacia lui che bacia lei che bacia me

Recentemente, è venuto alla ribalta il caso di una donna che si è sottoposta al cambio di sesso, ha fatto cioè la mastectomia e, al momento di farsi asportare l’utero, si è scoperto che era al quinto mese di gravidanza. I media mainstream e la “scienza”, nella loro follia (già ampiamente dimostrata negli ultimi anni), hanno subito parlato del primo uomo incinto, ovvero Marco. E’ quasi superfluo dire che siamo ormai in pieno DELIRIO COLLETTIVO: un uomo, infatti, non può rimanere incinto (ebbene sì, siamo arrivati a questo punto). Qui parliamo, infatti, SOLO di una donna che vuole diventare uomo… ma che va a letto con gli uomini e si fa mettere incinta. Per la serie “Ho visto lei che bacia lui” ehehe. Scherzi a parte, io direi che è arrivato il momento di fare un po’ di chiarezza, questo perchè – come già sappiamo – la chiarezza è FORZA mentre la confusione è DEBOLEZZA. So che per molti sarà una sentenza forte ma esistono SOLO due generi: un uomo non può mai diventare davvero una donna, così come una donna non può mai diventare completamente un uomo. Il genere non è un’opinione, inoltre nessuno nasce nel corpo sbagliato, è solo la nostra mente a volte che ci fa brutti scherzi. Perchè dico questo? Ebbene, se si desidera cambiare sesso è perchè – molto spesso – si è cresciuti in ambienti molto rigidi sessualmente, dove vi è solo la visione del rapporto fisico uomo-donna, per cui ecco che si arriva a pensare di essere nel corpo sbagliato con il sesso sbagliato. In genere, chi vuole cambiare sesso ha pulsioni omosessuali, ama cioè il proprio STESSO sesso: questo significa che si è uomini capaci di amare altri uomini o donne capaci di amare altre donne. Pochi lo capiscono (anche nelle comunità cosiddette LGBT) ma in un rapporto tra due uomini non c’è il “maschio” o la “femmina”, così come in un rapporto tra due donne non c’è “l’uomo” o la “donna”. Questo perchè il genere resta sempre lo stesso e i ruoli sessuali possono cambiare in qualsiasi momento. E’ da qui che bisogna cominciare ad EDUCARE le persone che sentono queste pulsioni, prima che arrivino a pensare di essere oltremodo… SBAGLIATE. Purtroppo assistiamo da sempre all’eterosessualizzazione dell’omosessualità, cosa che comporta moltissimi problemi PSICOLOGICI a molte persone che hanno questi orientamenti (perchè è solo di questo che si tratta). Problemi che possono andare dalla REPRESSIONE TOTALE (per esempio ci si sposa ma si passa tutta la vita a nascondere il proprio orientamento) fino alla decisione di voler cambiare sesso. Purtroppo, anche la cultura LGBTQIA (spero di non aver dimenticato qualche lettera) ben farcita di gender non fa chiarezza, anzi: a volte l’eccessiva inclusività, infatti, porta solo tanta tanta confusione! Ho il massimo rispetto per chi, nonostante tutto e tutti, voglia fare questa transizione… così dolorosa e devastante da ogni punto di vista, fisico come psicologico, ma bisogna comprendere bene questi concetti appena esposti perchè ci sono tantissime persone transessuali che poi si pentono della transizione (a tal proposito, vi consiglio il libro di Walt Heyer che parla proprio di questi argomenti). Oggi stiamo assistendo alla TOTALE confusione tra GENERI e ORIENTAMENTI (mi riferisco alla cosiddetta “fluidità” e al gender, appunto) questo perchè certi “poteri oscuri” vogliono solo SESSUALIZZARE la società, al fine di non farla riprodurre, dato che – per loro – siamo in troppi. E’ bene comprendere, infine, che noi siamo esseri spirituali, dentro di noi abbiamo sia l’energia maschile che femminile, ma quando decidiamo di incarnarci SCEGLIAMO sia il GENERE che l’ORIENTAMENTO, questo per fare la nostra esperienza nella materia. Ecco perchè, anche dal punto di vista spirituale, nessuno nasce nel corpo sbagliato: sia il genere che l’orientamento, in sostanza, sono una scelta dell’anima. Detto questo, auspico in futuro un’educazione SENTIMENTALE di massa, perchè se e quando si farà CHIAREZZA su queste cose… ognuno potrà scegliere di vivere la propria vita (e fare la propria esperienza) con la massima tranquillità e con la pace nel cuore.