Tag: BCE

Blackrock: una grossa arma dell’élite

Blackrock e’ il nome del piu’ grande fondo d’investimento della finanza transnazionale, fondo che oggi sta investendo in tutto il mondo, compresa l’Italia.
Nato nel 1988 nel pieno della deregulation attuata da Clinton sulla scia dei suoi predecessori (anche Repubblicani), il fondo ha aumentato la sua potenza di pari passo alla finanziarizzazione dell’economia globale, tanto che oggi e’ il piu’ potente tra tutti, con piu’ di 30.000 portafogli e un totale di 4.650 miliardi di dollari, in pratica un capitale che e’ circa il doppio del nostro debito pubblico.

(altro…)

Il bluff del nuovo PIL

Il PIL (Prodotto Interno Lordo) esprime la “ricchezza” di un paese, ovvero un paniere di beni la cui produzione si confronta con la quantita’ di moneta-debito che il paese si fa prestare dalla Banca di mago Merlino, ovvero la Banca Centrale Europea che, dal nulla, come si sa, crea le sue virtuali banconote.
Il rapporto tra questa produzione e il “debito” determina l’ammontare complessivo del debito pubblico in termini percentuali, percentuale che nel nostro paese e’ molto elevata.

(altro…)

Cosa è il Quantitative Easing e perché non serve

Il Quantitative Easing e’ l’acquisto dei titoli pubblici da parte della privatissima BCE, alias una societa’ per azioni il cui capitale e’ suddiviso tra le varie banche centrali dell’eurozona anch’esse private.
Per capire bene cosa e’ quest’ennesima cavolata – che allunga solo l’agonia economica in cui siamo caduti grazie ai banchieri – dobbiamo, ancora una volta, spiegare come nasce il denaro all’origine.
Chi ci presta il denaro sono i banchieri centrali, gli unici deputati a farlo.

(altro…)

Ma dov’è finito l’oro

C’era una volta un tempo in cui l’oro circolava regolarmente come moneta: poi, nel 1933, vent’anni dopo la privatizzazione della FED (la banca centrale americana) avvenuta nel 1913, il cosiddetto New Deal di Roosevelt dichiaro’ illegale la circolazione delle monete auree, con la sola eccezione di quelle da collezione e dei gioielli.
In compenso la quantita’ di moneta-debito che veniva emessa per la collettivita’ resto’ ancora vincolata al mattone giallo.

(altro…)