Tag: euro

Solo i servi e gli ignoranti sono ancora europeisti

Se per l’uomo della strada – che e’ ignorante per forza di cose data la quotidianita’, il lavoro, i mass media che disinformano e via discorrendo – l’Europa è una cosa bella o comunque da sopportare, l’europeismo, in realtà, implica coraggio e moltissima incoscienza. Piu’ semplicemente, serve tanta, tantissima ignoranza, sia dei processi che dei fenomeni.edia che disinformano e via discorrendo – l’Europa e’ bella perche’ ti permette di viaggiare senza passaporto, non devi cambiare la moneta, o perche’ ti permette l’Erasmus, per molti cittadini – piu’ informati e consapevoli – quest’Europa dei banchieri, ormai, sta diventando un vero e proprio incubo.

(altro…)

CasaPound è il vero problema?

CasaPound e’ un partito politico italiano che nasce nel 2008 come collettivo sociale, o meglio come “associazione di promozione sociale” atta a occupare alloggi in disuso o abbandonati per darne a chi ne ha bisogno.
Sua – a tal proposito – e’ l’azione dimostrativa nello stesso anno nei confronti della casa del Grande Fratello, per dimostrare che “La casa e’ un emergenza abitativa e non un gioco”.

(altro…)

Migranti: cerchiamo di fare chiarezza

I mass media amano creare fumo intorno ai problemi, siano essi di natura politica, economica o sociale.
Lo fanno esclusivamente per non far capire al popolo le vere questioni, dato che, in caso contrario, la gente non si dividerebbe piu’ sui dettagli e comincerebbe a fare le giuste domande.
La questione “migranti” non fa eccezione, visto che per capire come si mette in scena uno spettacolo devi interagire sic et simpliciter con chi lavora dietro le quinte.

(altro…)

L’Europa ormai è finita

L’Unione Europea – parliamoci chiaramente – e’ un’organizzazione sovranazionale completamente a-democratica, sia politicamente che economicamente.
Dal punto di vista politico, abbiamo una Commissione che ha iniziativa legislativa e non e’ votata dai cittadini, dato che i commissari sono designati dai Governi che li scelgono in base a compromessi e inciuci vari.

(altro…)

Politica italiana e nuovo ordine mondiale

 

Il libro ha come scopo quello di cristallizzare in modo chiaro e semplice le connessioni tra politica e finanza in Italia – e non solo – a partire dal fascismo per arrivare all’attuale governo. Oggi la politica, il sistema finanziario e i media main stream sono un unicum che bisogna non avversare ma superare attraverso una presa di coscienza collettiva. (altro…)

Ma dov’è finito l’oro

C’era una volta un tempo in cui l’oro circolava regolarmente come moneta: poi, nel 1933, vent’anni dopo la privatizzazione della FED (la banca centrale americana) avvenuta nel 1913, il cosiddetto New Deal di Roosevelt dichiaro’ illegale la circolazione delle monete auree, con la sola eccezione di quelle da collezione e dei gioielli.
In compenso la quantita’ di moneta-debito che veniva emessa per la collettivita’ resto’ ancora vincolata al mattone giallo.

(altro…)

Maurice Allais, l’economista dimenticato

Maurice Allais (1911-2010) e’ stato un fisico ed economista francese, e ha vinto il Premio Nobel per l’economia nel 1988 per il contributo “alle teorie dei mercati e all’uso efficiente delle risorse”, proprio come suggerisce l’enciclopedia virtuale di wikipedia.
Ma Maurice Allais e’ molto piu’ di questo: anche se wikipedia lo dimentica, infatti, egli e’ stato un’economista molto “scomodo” al sistema, e questo perche’ ha avuto il coraggio di dire come stavano le cose fino in fondo, denunciando sia il Signoraggio bancario che la riserva frazionaria, e imputando a queste cause finanziarie non solo l’origine di questa crisi, ma di tutte le crisi precedenti della storia economica degli ultimi – almeno – due secoli.

(altro…)