La tecnica della guerriglia e’ nota sin dall’antichita’ quale tecnica di destabilizzazione nei confronti di un grosso esercito: in pratica, quando il nemico e’ troppo forte e ben organizzato dal punto di vista militare, si punta sul nacondimento, sull’aggressione mordi e fuggi, e si confida sul logoramento dell’avversario.
Nella sua essenza, la guerriglia e’ la lotta del debole contro il forte, o meglio del debole che attraverso azioni belliche inique, subdole, fugaci e aggressive cerca di destabilizzare, avvilire e alla fine sconfiggere il fronte piu’ militarmente organizzato.

(altro…)