I sessuologi oggi non considerano piu’ un disturbo la vecchia ninfomania per le donne e la satiriasi per l’uomo: piuttosto si parla sempre piu’ di ipersessualita’, vale a dire un disturbo compulsivo che porta a una fortissima dipendenza dal sesso, caratterizzato da masturbazione compulsiva, esibizionismo, (o per converso insicurezza fisica) voyerismo, difficolta’ relazionali e senso di oppressione.
In alcuni casi piu’ gravi l’ipersessualita’ porta alla totale perdita di controllo di tutti gli aspetti della propria vita (familiare, professionale, amicale e in primis sentimentale) e puo’ provocare disturbi quali ansia e/o bipolarismo (a volte e’ vero anche il contrario, ovvero sono questi disturbi che sopraggiungono per primi).

(altro…)